Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Bonus colonnine domestiche 2024: come ottenerlo

Dall’8 luglio 2024 è attiva la piattaforma online per la presentazione della domanda per il “Bonus colonnine domestiche 2024”. In questo articolo troverai le informazioni sugli incentivi colonnine elettriche per capire a chi spetta, a quanto ammonta e come richiedere il bonus wallbox e colonnine elettriche 2024 per privati.

Cos’è il Bonus colonnine domestiche e a chi spetta?

Il bonus colonnine domestiche 2024 è un contributo per le auto elettriche che garantisce agli automobilisti un rimborso dell’80% sul costo delle infrastrutture di ricarica acquistate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2024.

Quali contributi offre il Bonus colonnine domestiche 2024?

Come già anticipato, il bonus colonnine elettriche 2024 per privati offre uno sconto pari all’80% del costo sostenuto per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica per casa e condominio fino a un massimo di:

  • € 1.500 per persona fisica residente in Italia;
  • € 8.000 per condomini, rappresentati dall’amministratore pro tempore o da un condomino delegato, per le parti di uso comune di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile.

Per il 2024, lo stanziamento previsto è di 20 milioni di euro per l’acquisto e la messa in posa delle infrastrutture di ricarica elettrica effettuati a partire dal 1° gennaio 2024.

Quali sono le spese previste dal Bonus colonnine domestiche?

Le spese previste per ottenere il bonus wallbox e colonnine domestiche 2024 installate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2024, come spiega il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, comprendono:

  • l’acquisto e la messa in opera di infrastrutture di ricarica, ivi comprese – ove necessario – le spese per l’installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio;
  • spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi;
  • costi per la connessione alla rete elettrica, tramite attivazione di un nuovo POD (point of delivery).

Le spese devono essere oggetto di pagamento tracciabile. Ai fini dell’ammissibilità al contributo, le infrastrutture di ricarica devono essere:

  • nuove di fabbrica;
  • di potenza standard;
  • collocate nel territorio italiano e in aree nella piena disponibilità dei soggetti beneficiari;
  • realizzate secondo la regola d’arte ed essere dotate di dichiarazione di conformità ai sensi del decreto ministeriale n. 37/2008;
  • essere ad esclusivo uso privato e non accessibili al pubblico, nel caso in cui il contributo sia richiesto da una persona fisica;
  • essere destinate all’utilizzo collettivo da parte dei condòmini e non accessibili al pubblico nel caso di contributo richiesto da un condominio.

Come richiedere il bonus colonnine domestiche 2024?

Per le installazioni effettuate dal 1° gennaio 2024 le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 dell’8 luglio 2024.

Per presentare la domanda di bonus colonnine domestiche 2024 è necessario accedere all’ Area Personale di Invitalia ed effettuare il login attraverso uno dei seguenti sistemi di autenticazione:

  • Identità digitale SPID;
  • Smart card CNS (Carta Nazionale dei Servizi);
  • Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Una volta effettuato l’accesso, in homepage sarà visibile una schermata che permetterà all’utente di selezionare la sezione “Anagrafica richiedente” tra:

  • Persona fisica;
  • Amministratore di condominio;
  • Condominio delegato.

o richiedere maggiori informazioni tramite il servizio “Parla con me”.

Seleziona Colonnine domestiche utilizzando l’apposito menu a discesa e compila la domanda in ogni sua parte: è necessario il possesso di una posta elettronica certificata (PEC) attiva.

Il bonus colonnine elettriche 2024 non è cumulabile con altre agevolazioni di carattere nazionale, regionale o dell’Unione europea previste per la medesima spesa. L’incentivo viene poi erogato entro 90 giorni dalla chiusura dello sportello.

Nel caso di esaurimenti dei fondi, il contributo sarà erogato seguendo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Quali documenti sono necessari per la domanda di richiesta bonus colonnine per privati?

Per gli utenti privati, a pena di inammissibilità, sono necessari:

  • il codice fiscale e il documento d’identità del richiedente;
  • copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto e all’installazione dell’infrastruttura di ricarica;
  • estratti del conto corrente dal quale risultino i pagamenti connessi alle fatture elettroniche relative all’acquisto e all’installazione dell’infrastruttura di ricarica;
  • i pagamenti dei titoli di spesa oggetto di richiesta di erogazione devono essere effettuati attraverso un conto corrente intestato al soggetto beneficiario ed esclusivamente per mezzo di bonifici bancari oppure mediante SEPA Credit Transfer, oppure mediante carta di credito o di debito intestata al beneficiario del contributo;
  • relazione finale relativa all’investimento realizzato e alle relative spese sostenute;
  • idonea certificazione di conformità rilasciata da un installatore, che attesti l’avvenuta installazione dell’infrastruttura;
  • i dati del conto corrente sul quale richiedere l’accredito del contributo.

Quali documenti sono necessari per la domanda di richiesta del contributo da parte dei condomini?

Per i condomini, a pena di inammissibilità, sono necessari:

  • codice fiscale del condominio ed estremi del documento d’identità dell’amministratore pro tempore con dichiarazione di quest’ultimo di essere in possesso dei requisiti di legge di cui all’articolo 71-bis delle “Disposizioni per l’attuazione del Codice Civile e disposizioni transitorie” o del condomino delegato per i condomìni fino a 8 partecipanti, in caso di posa in opera sulle parti comuni degli edifici condominiali;
  • delibera assembleare di autorizzazione dei lavori sulle parti comuni di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile con la dichiarazione da parte dell’amministratore che tale delibera non è stata impugnata nel termine di cui all’articolo 1137 codice civile;
  • copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto e all’installazione dell’infrastruttura di ricarica;
  • estratti del conto corrente dal quale risultino i pagamenti connessi alle fatture elettroniche relative all’acquisto e all’installazione dell’infrastruttura di ricarica;
  • i pagamenti dei titoli di spesa oggetto di richiesta di erogazione devono essere effettuati attraverso un conto corrente intestato al soggetto beneficiario ed esclusivamente per mezzo di bonifici bancari oppure mediante SEPA Credit Transfer, oppure mediante carta di credito o di debito intestata al beneficiario del contributo;
  • relazione finale relativa all’investimento realizzato e alle relative spese sostenute;
  • idonea certificazione di conformità rilasciata da un installatore, che attesti l’avvenuta installazione dell’infrastruttura;
  • i dati del conto corrente sul quale richiedere l’accreditamento del contributo.

In EcoHub siamo esperti nell’elettrico perché conosciamo i benefici connessi alla tutela delle persone e dell’ambiente e gli enormi vantaggi di guidare un veicolo elettrico.
Se hai bisogno di informazioni e consigli sulle colonnine elettriche per privati o aziende , saremo felici di offrirti una consulenza gratuita e personalizzata.

EcoHub

Via Nino Bixio, 13A/B/C 89127 – Reggio di Calabria
PIVA 03195130806

info@ecohubmobility.it

I Nostri Orari

Lun-Ven:  08:30 – 13:00
                  16:00 – 19:30

Sabato:     08:30 – 12:30

EcoHub offre soluzioni su misura per la gestione delle flotte aziendali e il noleggio a lungo, medio e breve termine per aziende e professionisti in tutta la Calabria. Per guidare le giovani generazioni alla mobilità sostenibile, EcoHub Young rende la micromobilità elettrica in Calabria un concentrato di sicurezza, comfort, praticità e creatività.

Link Utili
Seguici

EcoHub © 2024. Tutti i diritti riservati

Go to Top